0,00

Le Grandi Pareti Nord

È un alpinismo fatto di albe gloriose quello delle pareti nord. Più delle difficoltà tecniche, del piacere della scalata, del prestigio dell’itinerario, conta il fatto di essere lì, in quel momento magico in cui la luce comincia a dividere il cielo dalla terra e le montagne prendono forma; ogni volta come nella prima alba del mondo.

Essere lì, in equilibrio precario su un lenzuolo steso fra le rocce, dove la via da seguire è sempre incerta e le tracce del nostro passaggio sono solo uno scricciolio effimero del ghiaccio…

Le pareti nord sono la culla dell’alpinismo, il luogo dove sempre si può tornare per ritrovare la dimensione dell’avventura (piccola o grande) e della totale immersione nella natura.

Richiedi Informazioni

Tour Ronde

La Tour Ronde con i suoi 3.795 mt, è una bellissima sentinella nel massiccio del Monte Bianco posta sul confine tra Italia e Francia. Dalla sua vetta si possono apprezzare gli imponenti panorami della Combe Maudite e del ghiacciaio della Brenva. La salita della parete nord è un ottimo itinerario per acquisire (o migliorare) la propria confidenza con la tecnica di piolet-traction in quota.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO:

Salita al rifugio Torino da Courmayeur Verifica materiale e pernotto al rifugio Torino (salita con impianti a fune)

SECONDO GIORNO:

Salita della parete nord della Tour Ronde. Partenza dal rifugio all’alba, avvicinamento alla parete attraverso il col Flambeau (progressione in cordata su ghiacciaio), salita della parete con tecniche di conserva e a tiri (piolet-traction), discesa per la via normale con rientro a Courmayeur sempre tramite gli impianti a fune del Monte Bianco.

Cosa Portare Scarponi, ramponi da piolet traction, imbrago, 2 piccozze da piolet traction, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Competenze Richieste Sono richiesti un buon allenamento e una sufficiente conoscenza del cramponage e della tecnica di progressione su ghiacciaio anche in piolet traction
Difficoltà D-
Costo 500 €/persona (1 partecipante)
300 €/persona (2 partecipanti)
Periodo Estate
Location Tour Ronde – Gruppo del Monte Bianco versante italiano

Gran Paradiso – Parete Nord

Il Gran Paradiso (4.061 mt) è l’unico quattromila interamente italiano e la salita della sua parete nord è senza dubbio un itinerario di grande fascino dove affinare la tecnica di piolet-traction.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO:

Salita al rifugio Chabod dalla Valsavarenche Verifica materiale e pernotto al rifugio.

SECONDO GIORNO:

Salita della parete nord del Gran Paradiso. Partenza dal rifugio all’alba, avvicinamento alla parete (progressione in cordata su ghiacciaio), salita della parete con tecniche di conserva e a tiri (piolet-traction), discesa per la via normale con rientro in Valsavarenche.

Cosa Portare Scarponi, ramponi da piolet traction, imbrago, 2 piccozze da piolet traction, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Competenze Richieste Sono richiesti un buon allenamento e una sufficiente conoscenza del cramponage e della tecnica di progressione su ghiacciaio anche in piolet traction
Difficoltà D-
Costo 600 €/persona (1 partecipante)
350 €/persona (2 partecipanti)
Periodo
  • Estate
Location Gran Paradiso

Aiguille du Midi – Sperone Frendo

La parete nord dell’Aiguille du Midì, un dedalo di canaloni, spigoli, ghiacciai pensili e seracchi si impone alla vista di chi entra nella valle di Chamonix.
La parete è solcata da evidenti speroni, il più famoso dei quali fu salito nel 1944 da Eduard Frendo e Renè Rionda lungo un itinerario dicirca 1200m di dislivello, completo e dalla logica ed estetica eccezionali.
Lo sperone Frendo è una salita di ampio respiro, dove neve, roccia e ghiaccio si fondono in un mix elegante e sinuoso.
Un must della nord dell’Aiguille du Midì; da non mancare!

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO:

Trasferimento a Chamonix e salita con il primo troncone di funivia al rifugio du Plan de l’Aiguille 2207m dove pernotteremo.

SECONDO GIORNO: Salita della parete nord dell’Aiguille du Midì lungo lo sperone Frendo. Partenza dal rifugio nelle prime ore della mattina, avvicinamento alla parete (progressione in cordata su ghiacciaio), salita della parete con tecniche di conserva e a tiri (piolet-traction), progressione su cresta e terreno misto. Discesa con la funivia dell’Aiuguille du Midì.

Cosa Portare Scarponi, ramponi da piolet traction, imbrago, 2 piccozze da piolet traction, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Competenze Richieste Sono richiesti un buon allenamento e una sufficiente conoscenza del cramponage e della tecnica di progressione su ghiacciaio e misto anche in piolet traction
Difficoltà D+
Costo 800 €/persona (1 partecipante)
480 €/persona (2 partecipanti)
Periodo Estate
Location Aiguille du Midì – Monte Bianco versante francese

Piz Palù

I Pizzi del Palù sono tre cime di quasi 4000 metri situate nelle nelle Alpi Retiche occidentali. I loro versanti scendono verso il ghiaciaio del Diavolezza con trte elegantissimi speroni, terreno di grandi salite classiche.
Quelli che proponiamo sono due itinerari che si dipanano sul versane nrd del Pizo Orientale del Palù, raggiungendone la vetta.
La via Soresini è una via glaciale che permette di affinare la tecnica di piolet-traction, mentre lo sperone Kuffner è una su ghiaccio e roccia che permette di migliorare la progressione su terreno misto in quota.
Generalmente per la via Soresini è bene prediligere le date nella prima metà di giugno, metre per lo sperone Kuffner si può tranquillamente attendere fino a fine giugno/luglio.
In ogni caso l’itinerario verrà scelto in base alle esigenze dei partecipanti e alle condizioni della montagna.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO:

Salita alla Capanna Diavolezza. Verifica materiale e pernotto in rifugio (salita con impianti a fune)

SECONDO GIORNO:

Salita della via Soresini al Piz Palü orientale. Partenza dal rifugio all’alba, avvicinamento al versante nord-est della montagna (progressione in cordata su ghiacciaio), salita della via con tecniche di conserva e a tiri (piolet-traction o misto a seconda della via scelta), discesa per la via normale con rientro sempre tramite gli impianti a fune.

Cosa Portare Scarponi, ramponi da piolet traction, imbrago, 2 piccozze da piolet traction, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Competenze Richieste Sono richiesti un buon allenamento e una sufficiente conoscenza del cramponage e della tecnica di progressione su ghiacciaio e misto anche in piolet traction
Difficoltà AD+
Costo 700 €/persona (1 partecipante)
450 €/persona (2 partecipanti)
Periodo Estate
Location Pizzo del Palù orientale – versante svizzero

Dettaglio quota

Per tutte le attività proposte:

LA QUOTA COMPRENDE: Organizzazione logistica e prenotazione ai rifugi, assistenza e accompagnamento di una Guida Alpina certificata U.I.A.G.M, assicurazione R.C., uso dei materiali comuni di sicurezza.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Le spese di trasferimento, spese di vitto e alloggio in rifugio comprese quelle della Guida Alpina che dovranno essere suddivise tra i partecipanti.

Richiedi Informazioni

 

Oltrelaverticale
Oltrelaverticale nasce come progetto editoriale di Matteo Piccardi sotto forma di Blog. Ora il progetto si è evoluto alla versione 2.0: i contenuti sono stati ri-organizzati separando l’ attività di Guida alpestre da quella di alpinista e poi siamo più Social. Non temete però, il blog, con i mie ed i vs. racconti, resterà un diario prezioso ed integrato con questa nuova versione.
Oltrelaverticale FanPage
Seguici su
Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.