0,00

Monte Rosa: Ascensioni Livello Bronzo

Le ascensioni proposte nel livello bronzo forniscono a chi si lega alla nostra corda una prima esperienza di cosa significhi scalare e muoversi sulle creste e le pareti di questo maestoso e imponente massiccio.

Non sono richieste particolari abilità: un’esperienza minima di scalata in falesia (sul IV grado) per quanto riguarda la parte di roccia e un buon allenamento fisico per quanto riguarda la parte di ascensioni di carattere classico, quello che viene richiesto è la disponibilità a mettersi in gioco e vivere insieme a noi Guide un’avventura che vi farà venire voglia di tornare quanto prima con le mani su questa pietra.

Richiedi Informazioni

Il Castore

Una maestosa piramide glaciale al di sopra dei 4000 metri nel gruppo del Monte Rosa. Il Castore è la più imponente delle due vette gemelle (con il Polluce) e la sua ascensione garantisce panorami mozzafiato su ghiacciai immensi e vette simbolo dell’alpinismo, come il Monte Bianco e il Cervino.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO: 

Ritrovo agli impianti di Gressoney La Trinité e salita al Rifugio Quintino Sella.

SECONDO GIORNO:

Partenza dal Quintino Sella, salita al Castore lungo la via normal. Dalla cima discesa lungo la via normale del Castore fino al Rifugio Quintino Sella e rientro.

A chi è dedicata a chiunque desideri imparare a muoversi su terreno di misto classico in alta quota e godere in pieno di un giorno tra queste creste.
Cosa Portare scarponi, ramponi classici, imbrago, piccozza classica, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Difficoltà F+ – Facile Superiore
Costo 180 €/persona (3 partecipanti)
170 €/persona (4 partecipanti)
Periodo estate: da inizio maggio a fine settembre in base alle condizioni della montagna
Location Val D’Ayas

I due Gemelli: Castore e Polluce

Sembrano davvero monti gemelli le due maestose piramidi glaciali che si fronteggiano al di sopra dei 4000 metri nel gruppo del Monte Rosa. Gli si addicono alla perfezione dunque i nomi di Castore e Polluce, i fratelli per eccellenza della mitologia greca, eroi e semidei. Il Castore è la seconda e la più imponente delle due vette e la sua ascensione garantisce panorami mozzafiato su ghiacciai immensi e vette simbolo dell’alpinismo, come il Monte Bianco e il Cervino.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO: 

Ritrovo a St Jacques in mattinata, trasporto con taxi fuoristrada al Pian di Verra Superiore, salita al Rifugio Guide di Ayas, cena e pernottamento.

SECONDO GIORNO:

Partenza dal Guide di Ayas, salita al Passo di Verra e salita del Polluce lungo la via normale, discesa e risalita al Castore lungo la parete Ovest. Dalla cima discesa lungo la via normale del Castore fino al Rifugio Quintino Sella e rientro a St. Jacques/Frachey nel pomeriggio.

A chi è dedicata a chiunque desideri imparare a muoversi su terreno di misto classico in alta quota e godere in pieno di un giorno tra queste creste.
Cosa Portare scarponi, ramponi classici, imbrago, piccozza classica, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Difficoltà F+ – Facile Superiore
Costo 650 €/persona (1 partecipante)
350 €/persona (2 partecipanti)
270 €/persona (3 partecipanti)
220 €/persona (4 partecipanti)
Periodo estate: da inizio maggio a fine settembre in base alle condizioni della montagna
Location Val D’Ayas

Punta Gniffetti - Capanna Margherita

La Capanna Margherita è il simbolo stesso dei rifugi d’alta quota, sia perché sorge a 4554 metri, sulla cima della Punta Gnifetti, sia per la sua storia antichissima: venne inaugurato nel 1893, addirittura alla presenta della regina Margherita di Savoia.

Raggiungere questo vero e proprio nido d’aquila costituisce un’escursione grandiosa nel cuore del massiccio del Monte Rosa, attraverso un impressionante ambiente glaciale. L’arrivo in vetta è un momento che no può lasciare indifferente neppure l’alpinista più navigato: a sud si estende la pianura padana e il panorama, nelle giornate più limpide, spazia dalle Marittime alle Dolomiti. A nord è il regno delle grandi montagne, e lo sguardo abbraccia oltre 40 vette che superano i 4000 metri di altitudine.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO: Partenza e trasferimento in macchina a Gressoney la Trinitè, controllo dei materiali, salita in funivia a Punta Indren. Da qui in circa 1 ora e mezza di cammino si raggiunge il rifugio Mantova (3.455mt) dove si pernotta (in alternativa rifugio Gnifetti – 3.610mt)

SECONDO GIORNO: Partenza dal rifugio all’alba. In 5 ore di cammino si raggiunge la punta Gnifetti a quota 4.554mt. Lungo il cammino esploreremo le tecniche di progressione su ghiacciaio e cramponage. Dopo una pausa al rifugio più alto d’Europa, la discesa avverrà per lo stesso itinerario.

Date 2019

27-28 Luglio – 2-3 Agosto – 15-16 Agosto -30 Agosto-1 Settembre

A chi è dedicata  a chiunque desideri percorrere un grande classico e raggiungere una delle cime più alte d’Europa
Cosa Portare scarponi, ramponi classici, imbrago, piccozza classica, caschetto, guanti, occhiali da sole (per materiale specifico si faccia riferimento alla guida)
Difficoltà F+ – Facile Superiore
Costo 650 €/persona (1 partecipante)
390 €/persona (2 partecipanti)
285 €/persona (3 partecipanti)
225 €/persona (4 partecipanti)
190 €/persona (5 partecipanti)
Periodo estate: da inizio maggio a fine settembre in base alle condizioni della montagna
Location Val D’Ayas

Punta Giordani (4046 m) - Cresta del Soldato

È un percorso semplice la Cresta del Soldato, ma sicuramente didattico e di grande soddisfazione. Percorrerla significa, infatti, fare la conoscenza con le tipologie di terreno alpinistico più tipiche del Monte Rosa: pendii nevosi più o meno ripidi e tratti di roccia, qualche volta caratterizzati dalle classiche placche appoggiate ma povere di appigli, e qualche volta un po’ meno solida… Insomma, un tipico itinerario di alta montagna, dove si impara a usare la testa e il fiuto ancor prima che i muscoli.

Questo piccolo gioiello ci è stato lasciato in eredità da William Martin Conway, uno degli scalatori inglesi che nell’800 portarono avanti l’esplorazione delle Alpi. Sembra che il nome con cui l’itinerario è conosciuto sia una dedica alla guardia italiana di confine che accompagnò  Conway durante la salita.

PROGRAMMA

Monte Rosa, Sul filo delle Creste

PRIMO GIORNO:

Partenza per Staffal (Gressoney) per prendere la prima funivia. Dall’arrivo della funivia di Punta Indren si segue il sentiero che in direzione Est, tra i resti del ghiacciaio di Indren e pietraie, porta alla vecchia stazione della funivia.

Si attraversa il ghiacciaio del Bors fino ad una evidente stelletta nevosa. A questo punto inizia la cresta vera e propria che porta in cima alla Punta Giordani (4046 m) con alcuni passaggi di III è un passaggio di IV (eventualmente aggirabile). Discesa per la via normale fino a riprendere gli impianti di risalita di Punta Indren.

A chi è dedicata  a chi vuole muovere i primi passi su terreno misto in alta montagna.
Cosa Portare Scarponi da alpinismo, (ramponi da alpinismo classico), (piccozza da alpinismo classico), casco, imbrago, zaino da c.ca 30 litri, (longe con moschettone a ghiera), eventualmente bastoncini telescopici. Intimo tecnico, pantaloni da alpinismo, pile, guscio in gore tex o simile, piumino, doppio paio di guanti (uno pesante e uno più leggero), occhiali da sole, protezione solare, cappellino e/o berretto, torcia frontale, borraccia o thermos, snack tipo barrette energetiche.
Difficoltà PD
Costo 450 €/persona (1 partecipante)
250 €/persona (2 partecipanti)
Periodo estate: da inizio maggio a fine settembre in base alle condizioni della montagna
Location Gressoney (AO)

Dettaglio quota

Per tutte le attività proposte:

LA QUOTA COMPRENDE: Organizzazione logistica e prenotazione ai rifugi, assistenza e accompagnamento di una Guida Alpina certificata U.I.A.G.M, assicurazione R.C., uso dei materiali comuni di sicurezza.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Le spese di trasferimento, spese di vitto e alloggio in rifugio comprese quelle della Guida Alpina che dovranno essere suddivise tra i partecipanti.

Richiedi Informazioni

Oltrelaverticale
Oltrelaverticale nasce come progetto editoriale di Matteo Piccardi sotto forma di Blog. Ora il progetto si è evoluto alla versione 2.0: i contenuti sono stati ri-organizzati separando l’ attività di Guida alpestre da quella di alpinista e poi siamo più Social. Non temete però, il blog, con i mie ed i vs. racconti, resterà un diario prezioso ed integrato con questa nuova versione.
Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.