0,00

Stage Alpinismo nelle Orobie (Rif. Calvi)

La conca del rifugio Calvi è contornata da interessanti cime che sfiorano i 3000 metri, è una conca ampia e panoramica ricca di vegetazione alpina, laghi e ruscelli. Gli itinerari, nella stagione estiva, sono prevalentemente rocciosi anche se resistono delle suggestive vedrette.

La nostra proposta si sviluppa su 2 giorni, con pernottamento al rifugio Calvi, a 2015 metri di quota, e lo si raggiunge dal paese di Carona con 2 ore di cammino.

Richiedi Informazioni

PROGRAMMA GIORNO 1:

Cesareni/Luchsinger al Monte Cabianca: la bastionata rocciosa del monte Cabianca domina l’omonimo laghetto e raggiunge i 2601 metri di altezza, si raggiunge con circa un’ora di cammino dal rifugio Calvi . La parete nord è lavorata da diedri e fessure ed è abbastanza articolata. La via proposta è una grande classica di difficoltà accessibile e con tratti di divertente arrampicata fino al IV° grado e si sviluppa per circa 400 metri. La cima del monte Cabianca è molto panoramica e spazia dalla catena della Alpi Retiche fino alla Presolana e alla valle di Scalve. La discesa percorre la facile ma sempre rocciosa la cresta che dalla cima declina verso est.

PROGRAMMA GIORNO 2

Cresta Baroni al Pizzo del Diavolo: il Pizzo del Diavolo, con i suoi 2914 metri, è l’elevazione più importante dellla Valle Brembana, si raggiunge l’inizio della cresta con circa 2 ore e mezza di cammino dal rifugio Calvi. Il Diavolo è una splendida montagna rocciosa in un ambiente contornato da altre importanti cime. La Via Baroni percorre lo spigolo che si sviluppa da sud/ovest a nord/est ed ha un tratto di IV° grado. Il resto del percorso è molto aereo e divertente, percorre tutta la cresta affrontando difficoltà costanti di III° grado. La discesa si sviluppa lungo la via normale che ha difficoltà attorno al II° e III° grado. La prima salita fu effettuata da Antonio Baroni nel 1891, la prima Guida Alpina bergamasca e alpinista esploratore dalle grandi doti. Baroni salì numerosi itinerari, anche nuovi, in tutte le alpi nella seconda metà dell’ottocento.

A chi è dedicato agli appassionati di un alpinismo romantico e selvaggio, lontano dalle masse ed immerso in luoghi selvaggi
Cosa Portare imbragatura, casco, scarpone da alpinismo estivo, abbigliamento adeguato in funzione della quota, piccozza classica e ramponi classici semiautomatici  ad inizio stagione
Difficoltà n.a.
Costo 700,00€ con una persona salita per una persona.

L’ attività è rivolta anche a 2 persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, quota iscrizione 400,00€/persona

Date da giugno a ottobre
Location Val Brembana  – Alpi Orobie

Dettaglio quota

Per tutte le attività proposte:

LA QUOTA COMPRENDE: Organizzazione logistica e prenotazione ai rifugi, assistenza e accompagnamento di una Guida Alpina certificata U.I.A.G.M, uso dei materiali comuni di sicurezza.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Le spese di trasferimento, spese di vitto e alloggio in rifugio comprese quelle della Guida Alpina che dovranno essere suddivise tra i partecipanti.

 

 

 

 

Richiedi Informazioni
Oltrelaverticale
Oltrelaverticale nasce come progetto editoriale di Matteo Piccardi sotto forma di Blog. Ora il progetto si è evoluto alla versione 2.0: i contenuti sono stati ri-organizzati separando l’ attività di Guida alpestre da quella di alpinista e poi siamo più Social. Non temete però, il blog, con i mie ed i vs. racconti, resterà un diario prezioso ed integrato con questa nuova versione.
Oltrelaverticale FanPage
Seguici su
Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.