Oltrelaverticale

Il Cervino 4.478 m

Alpi

da luglio a ottobre in base alle condizioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Matterhorn o Cervino 4.478 m di pura bellezza, insomma il più nobile scoglio d’Europa, come lo definì il poeta John Ruskin. Come dargli torto! Il Cervino incarna la montagna perfetta, calcarne la cima è il sogno di tutti gli alpinisti. Un quattromila un po’ anomalo, le sue pareti e creste non si concedono facilmente. La sua salita è una scalata prettamente a carattere roccioso. Due sono le creste lungo le quali si snodano le così dette “Vie Normali”.

A chi è dedicato

Dedicato a chi vuole vivere un’ esperienza indimenticabile su una montagna imponente e simbolica.

Difficoltà

III grado con passi di IV grado

Competenze richieste

Ottima preparazione atletica ed esperienza nella progressione su terreno misto.

Cosa portare

Casco

Imbracatura

Scarponi

Ramponi semi automatici,

Piccozza classica

Guanti

Occhiali da sole

il dettaglio del materiale verrà specificato all’ atto dell’ iscrizione.

Programma

La Cresta del Leone è oggi abbastanza addomesticata, per poter dare la possibilità a più persone di godere della sua salita. Resta comunque una salita impegnativa ed esposta, con tratti di arrampicata fino al III° grado e alcuni tratti ripidi ma ben attrezzati.

L’ affiatamento della cordata in questo ambiente è fondamentale e l’intesa che si instaurerà durante questa ascensione sarà un ricordo indimenticabile. La Capanna Carrel non è gestita, è necessario quindi portarsi acqua, cibo e un minimo di stoviglie. Gas a disposizione.

Per una ascensione completa è consigliabile salire dal Leone e scendere dalla Hornli, in questo caso è preferibile impiegare un giorno in più e pernottare alla Capanna Hornli.

PROGRAMMA

PRIMO GIORNO

da Cervinia, in jeep si raggiunge il rifugio Duca degli Abruzzi e da qui prima per  comodo sentiero e poi per tracce ripide intervallate da balze di roccia si raggiunge il Colle del Leone. Si deve procedere in cordata già da poco dopo la partenza. Dal Colle del Leone ci si dirige verso la Capanna Carrel, ben visibile dal colle, che si raggiunge con l’aiuto di alcuni tratti attrezzati.

Raggiungere la Capanna Carrel ci impegnerà dalle 4 alle 5 ore.

SECONDO GIORNO

dalla Capanna Carrel iniziano subito i primi tratti attrezzati, che intervallati da tratti più semplici portano alla Gran Corde. Superata quest’ ultima un aereo tratto di cresta porta in vetta al Pic Tyndall, ottimo punto di riposo, da dove si apre una splendida visuale sui 4000 circostanti. Dal Tyndall alcuni brevi ed esposti saliscendi portano alla forcella del’ Enjambèe. La cima è ora ben visibile ma non ancora così vicina. Alcuni tratti di divertente arrampicata portano ai tratti attrezzati sommitali e alla Scala Jordan e successivamente ad un netto traverso sotto alla vetta. Dopo questo traverso le ultime corde permettono di arrivare poco sotto alla cima. Pochi metri ormai ci separano dalla vetta dalla quale, maestosa, si apre una visuale mozzafiato su tutto il gruppo del Monte Rosa, verso est, mentre verso nord e ovest si possono ammirare la Dent Blanche e i4000 del Vallese mentre alle spalle, a sud, la sempre presente Dent D’Herens.

Discesa lungo l’itinerario di salita o lungo la cresta dell’Hornli se si è previsto un giorno aggiuntivo.

Date

da luglio a ottobre in base alle condizioni

Costo

Salita effettuata esclusivamente con un rapporto 1/1

1.300,00€ via normale italiana

1.500,00€ per la traversata – Cresta del leone/cresta dell’ Hornli

NOTA: al fine di garantire la sicurezza ed il corretto svolgimento del corso, il programma può subire variazioni in qualsiasi momento a discrezione della Guida Alpina.

LA QUOTA COMPRENDE: 

  • Insegnamento e accompagnamento di una Guida Alpina UIAGM
  • Utilizzo dei materiali comuni di sicurezza,
  • Eventuale materiale personale mancante: (casco, imbracatura, scarponi, ramponi, piccozza)

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • Spese di trasferimento,
  • Eventuali spese di vitto e alloggio in rifugio o b&b,
  • Spese della Guida Alpina (che verranno suddivise tra gli allievi),
  • Eventuali trasferimenti con impianti di risalita e/o taxi e/o fuoristrada,
  • Tutto quanto non specificato nella voce “La quota comprende”

IMPORTANTE: l’iscrizione verrà considerata valida all’atto di versamento della quota. (bonifico).

Per informazioni